Perchè quest’anno non siamo ad Orticolario ?

E’ un argomento un pò delicato, che vorremmo trattare fuori di polemica ma con alcune dovute precisazioni, soprattutto nei confronti di quei clienti che ci stanno chiedendo delle spiegazioni a riguardo.

In estrema sintesi: quest’anno non saremo a Cernobbio perché la nostra domanda di partecipazione non è stata accettata dal “Comitato Scientifico” di Orticolario, ufficialmente con il motivo di favorire la rotazione degli espositori in lista di attesa. Tale motivazione in verità starebbe a significare, come abbiamo avuto modo di verificare con altri espositori nella nostra stessa situazione, che la nostra presenza è stata giudicata “non idonea “alla manifestazione” dal famoso “Comitato Scientifico”.

Ma il motivo della non idoneità non è dato a sapersi…a quanto ci risulta nessun espositore ha la possibilità di parlare con il “Comitato Scientifico” (anzi, neanche di sapere da chi è composto il Comitato) tanto che ad ogni richiesta risponde sempre ed esclusivamente l’ineffabile segretaria del “Comitato Scientifico” perfettamente calata nella parte dell’ambasciator non porta pena”…

In effetti la nostra storia con L’Orticolario è stata travagliata fin dall’inizio, ecco una veloce cronistoria delle conversazioni telefoniche SDS – segretaria ambasciatrice del Comitato Scientifico di Orticolario:

Anno 2013 – la segretaria ambasciatrice riferisce che il Comitato Scientifico ha dei dubbi sulla nostra candidatura in quanto non siamo né artigiani né floro-vivaisti. Rispondiamo che non siamo certo i soli tra i moltissimi espositori di Orticolario, che comunque abbiamo una coltivazione di vaniglia in Madagascar , e che la lavorazione finale della vaniglia, eseguita nel nostro laboratorio, è un’operazione manuale, molto simile ad una lavorazione artigianale. La segretaria ambasciatrice prende nota e dopo circa due settimane ci comunica che il Comitato Scientifico accetta la candidatura a condizione che esponiamo le spezie fuori dai vasi “facendo delle montagnole tipo Istambul”. Non accettiamo la condizione spiegando i motivi per cui teniamo le spezie chiuse nel vetro (vi evito la spiegazione….sappiamo che è una scelta che i nostri clienti apprezzano e condividono). A questo punto il “Comitato Scientifico” prende tempo, e infine dopo qualche settimana la segretaria ci riferisce che hanno accettato…..si evince comunque che la nostra presenza non sarà fra le più gradite…..

Anno 2014 – rimandiamo la domanda, e si torna alla stessa situazione del 2013, ovvero ci vengono riformulate le stesse condizioni più una richiesta di portare delle piantine di vaniglia. Rispondiamo come nel 2013, con l’aggiunta che non trattiamo piantine di vaniglia. Il “Comitato Scientifico” prende atto e poi, dopo il dovuto tempo per deliberare, la segretaria ci comunica una nuova accettazione con riserva, a patto che decoriamo il banco con piantine varie, non importa di quale natura. Partecipiamo, acquistando diversi vasetti di piantine, che poi regaliamo alla fine della fiera agli ultimi clienti.

Anno 2015 – domanda non accettata al fine di “favorire la rotazione degli espositori in lista di attesa”. La segretaria ambasciatrice ribadisce l’impossibilità di parlare con il Comitato, né di sapere da chi è composto.

Quindi, per finire, un accorato appello: “Comitato Scientifico”, usciamo da questo “impasse Kafkiano”, si renda pubblico manifestandosi anche agli umili espositori come noi!!!

p.s.:  per partecipare ad Orticolario, poiché non siamo vivaisti né, a loro dire, artigiani pagavano una quota di circa 800 €.

This entry was posted in Fiere, Uncategorized and tagged , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Perchè quest’anno non siamo ad Orticolario ?

  1. flavia says:

    Sono costernata di quanto riferite. In qualità di cliente rifuggo da chi vende le spezie a montagnole e dunque esposte a polvere e alla dispersione dei principi attivi e degli oli essenziali nell’aria. Ho personalmente apprezzato l’esposizione in barattoli chiusi sia per estetica che per igiene. Seppur a malincuore consiglierei di puntare su manifestazioni di tipo diverso che oggi non mancano. Vendete online per caso?
    Cordialità Flavia

  2. Anna says:

    Non pensavo che fosse così cara per gli espositori, pensavo si accontentassero di spennare noi visitatori ….15 € il biglietto ….andandoci con suoceri 60 € solo per entrare, se non fossimo partiti da Milano avremmo fatto marcia indietro.
    Abbiamo avuto l’impressione di una manifestazione tutta fumo e niente arrosto.
    Noi non ci torneremo più, consiglio anche voi di lasciare certe manifestazioni e di partecipare alle feste di paese o di quartiere, che sono cento volte meglio !!!
    Come mai nella newsletter non c’era il calendario fiere ?
    Per Flavia: vendono anche on-line, peccato che le spese di spedizione sono un pò care …

  3. SDS says:

    Il sito per gli acquisti on line è: http://www.sdspezie.com
    E’ vero che le spese di spedizione sono un po’ alte, ma purtroppo i corrieri attuano tutti la stessa politica con le piccole attività. Da parte nostra abbiamo inserito il trasporto gratuito per ordini superiori a 70 €, e cerchiamo di evadere gli ordini on line nel minor tempo possibile (1-2 giorni lavorativi al massimo).
    Entro fine mese manderemo la newsletter con gli appuntamenti in fiera.
    Grazie di cuore per i graditi consigli !

Rispondi a Anna Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>